↑ Torna a Specializzazioni

Mediazione familiare

La Mediazione Familiare è un intervento professionale rivolto a quei genitori che, separati o in fase di separazione, intendono cercare insieme soluzioni costruttive per se stessi e per i loro figli. Scopo della Mediazione è la riorganizzazione delle relazioni familiari ed è un sostegno alla genitorialità, attraverso la restituzione ai genitori della responsabilità delle decisioni riguardanti i loro figli, superando la logica “vittoriosi-vinti” caratterizzante le dinamiche conflittuali.

E’ un percorso che i genitori scelgono in modo autonomo e volontario, per iniziativa loro o su proposta di Avvocati, Magistrati o Operatori dei Servizi, per elaborare, con l’aiuto di un terzo neutrale, un progetto di vita durevole per loro stessi e i figli.

Si ricorre al servizio di Mediazione prima dell’avvio delle procedure legali, o durante il percorso legale della separazione e/o a separazione o a divorzio avvenuto.

Talvolta può essere utile a ridefinire accordi già presi ma che risultano inadeguati al mutare di alcune situazioni contestuali o perché non più rispondenti alle necessità dei figli.

COME SI SVOLGE

Il lavoro è circoscritto in una serie di incontri (10-12) con entrambi i genitori. La presenza del mediatore favorisce la comunicazione e aiuta padre e madre a trovare soluzioni realistiche ed equilibrate nella suddivisione dei loro compiti genitoriali, frutto delle loro scelte personali e non imposto da una terza persona. Questa libertà nelle individuazione di decisioni responsabili garantisce maggiori possibilità che queste siano rispettate. Inoltre sono  garantite la confidenzialità, la riservatezza, e la neutralità.

Il mediatore è dunque un esperto capace di aiutare i genitori a trovare una loro risposta ad un nuovo modo di  continuare ad essere genitori insieme in una situazione in cui è venuto meno la coppia coniugale.i